Dolomites UNESCO Geotrail - 8a tappa: da Pederü a Prato Piazza

Direttamente nei pressi del Rifugio Pederü, si dipana la ripida ascesa n° 7, che conduce lungo una vecchia strada militare sull’altopiano di Senes. Snodandosi in innumerevoli tornanti (nella parte iniziale la via è ancora cementata), il percorso si arrampica sino a una biforcazione munita di cartelli. Svoltando a sinistra, si lascia la strada militare (cartello Senes – segnavia 7A), continuando a salire attraverso il bosco rado, sino a che la via torna a immettersi nella vecchia strada militare, da seguire sino al Rifugio Senes. Qui, un cartello indica la via per il Rifugio Biella. Alle spalle del Rifugio Senes, s’imbocca la strada sterrata, a tratti ripida, sino a che la via per il Rifugio Biella, ben segnalata, svolta a destra. Superata la cresta e raggiunto il versante opposto, si può già intravedere il rifugio, da raggiungere lungo la strada sterrata (GEOSTOP P). Dietro la struttura, un cartello indica il percorso che conduce a Malga Rossalm (Alpe Cavallo). Superata la Forcella di Cocodain (Fosses Riedl), si oltrepassano subito svariate ramificazioni (in tutto quattro): restando sulla via principale, si seguono le indicazioni per Malga Rossalm (GEOSTOP Q). Da qui, una ripida strada scende a Ponticello, mentre la via n° 3 sale a Malga Stolla per poi proseguire verso Prato Piazza. Si seguono le indicazioni per Prato Piazza. Brevi tratti richiedono passo fermo, mentre i punti esposti sono assicurati con funi di acciaio. In un continuo saliscendi, si approda quindi al bivio per Malga Stolla, dove si continua diritti verso l’altopiano di Prato Piazza.

Nel 2009, le Dolomiti sono state dichiarate Patrimonio Mondiale UNESCO. In onore della loro storia geologica è nata l’idea di sviluppare un trekking tra queste meravigliose montagne che renda il viandante consapevole di questa affascinante successione di avvenimenti.

Il Dolomites UNESCO Geotrail è composto da 10 tappe giornaliere, con scorci particolari sulla storia geologica delle Dolomiti.

Venendo da Bolzano: Autostrada del Brennero (A22) per uscire a Bressanone / Val Pusteria, proseguire sulla statale SS49-E66 e poi da San Lorenzo sulla SS244 fino a Longega e poi girare a sinistra in direzione di San Vigilio. Attraversare il paese e proseguire fino a Pederü (12 km da San Vigilio)

Informazione
Difficoltà: medio
Lunghezza percorso: 19,05 km
Salita: 448 m
Altitudine: 1.543 m - 2.373 m
Durata: 06:26 h
GPX: Download
Dettagli
Tecnica: ■■■■
Condizioni: ■■■■
Avventura: ■■■■■■
Paesaggio: ■■■■■■
Cartina
Südtirol
Alloggi
Arrivo:
Partenza:
Persone: