Prenota
Le Dolomiti in alta quota
Trekking in alta montagna

I parchi naturali ladini del Puez Odle e di Fanes Senes e Braies, compresi nei territori delle Dolomiti, patrimonio naturale dell’Umanità Unesco, offrono un’infinità di trekking d’alta montagna che si sviluppano fra le quote di 2500 / 3000 metri sul livello del mare. I consigli ed i suggerimenti, per queste attività alpinistiche si sprecano e sono per la grande maggioranza tutti assolutamente validi, sia per la spettacolarità dei panorami e delle cime che propongono, sia per la varietà delle combinazioni e delle alternative che si rendono possibili. Sia che si parta per un trekking di una giornata o che si scelga un’esperienza escursionistica in più tappe, il territorio dolomitico di San Vigilio di Marebbe e di San Martino in Badia offre una ricchissima scelta di combinazioni, sentieri, cime e rifugi in cui rifocillarsi e pernottare, in grado di soddisfare anche gli appassionati più esigenti e competenti. Considerate anche che sia le Guide Alpine che gli accompagnatori d’escursione diplomati, sono sempre disponibili sia per consigli e suggerimenti come anche per l’assistenza escursionistica.

Scoprendo il patrimonio naturale dell'Umanità
Alta Via delle Dolomiti

Agli appassionati di trekking lunghi, le “Alte vie” delle Dolomiti non sono sconosciute. Questo termine raggruppa itinerari nelle Dolomiti che hanno lo scopo di fare conoscere le bellezze montane durante una serie di tappe, che portano a meritatissime mete come rifugi o bivacchi.

Gli itinerari segnati con il nr. 1 e il nr. 2 attraversano anche i comuni di Marebbe e San Martino in Badia e i due parchi naturali Fanes-Senes-Braies e Puez-Odle.

Alta Via delle Dolomiti
L'Alta Via nr. 1

L’Alta Via delle Dolomiti nr. 1 si snoda lungo un percorso di circa 125 km e 7.300 m di dislivello in salita, suddiviso in 12 tappe, che collega il Lago di Braies con Belluno. Qui, due tappe toccano il comune di Marebbe.

La tappa nr. 2 conduce dal rifugio Biella al rifugio Fanes. Esplorando gli alpeggi di Senes, Fodara e Fanes, spesso si possono incontrare animali al pascolo. La tappa è percorribile in 3 ore di cammino.

La tappa nr. 3 conduce dal rifugio Fanes al rifugio Lagazuoi.

Particolarmente invitanti per una pausa sono i vari laghi montani che si incontrano durante il cammino. Attraversare l’altopiano di Fanes è un’esperienza unica che, durante il cammino, fa rivivere la leggenda del Regno dei Fanes. La terza tappa è percorribile in 5 ore di cammino.

Alta Via delle Dolomiti
Alta Via n. 2

L’Alta Via delle Dolomiti n. 2 consiste in un percorso di 180 km, suddiviso in 13 tappe, che collega Bressanone a Feltre. L'itinerario tocca le tre province di Bolzano, Trento e Belluno.

La tappa n.2 dell’Alta Via conduce dal rifugio Plose al rifugio Genova e consente di scoprire le meraviglie del Parco Naturale Puez-Odle, spesso definito “il libro di storia della Terra” per la sua importanza geologica. Durante il cammino, il maestoso Sasso Putia rimane sempre in vista e offre molte possibilità per una foto ricordo.

La tappa n.3 collega il rifugio Genova al rifugio Puez. Aggiungendo una mezzora di cammino si può salire alla cima Piz Duleda (2.909m), che offre una vista mozzafiato. Spesso, l’altopiano del Puez viene paragonato a un paesaggio lunare, vista la moltitudine di rocce e creazioni geologiche interessanti.

Scoprendo il patrimonio naturale dell'umanità
Il Geotrail attraverso le Dolomiti

Nel 2009, le Dolomiti sono state dichiarate Patrimonio Mondiale UNESCO. In onore della loro storia geologica è nata l’idea di sviluppare un trekking tra queste meravigliose montagne che renda il viandante consapevole di questa affascinante successione di avvenimenti.

Il Dolomites UNESCO Geotrail è composto da 10 tappe giornaliere, con scorci particolari sulla storia geologica delle Dolomiti.

Scoprendo il patrimonio naturale dell'umanità
Il Geotrail attraverso le Dolomiti

Delle 10 tappe del Dolomiti Geotrail, due passano per la nostra zona, in luoghi particolarmente belli del Parco Naturale Fanes-Senes Braies. La tappa nr. 7 è percorribile in 5 ore di cammino e collega la Capanna Alpina con Pederü. Durante questa escursione si possono scoprire le meraviglie delle malghe di Fanes per poi riposarsi sulle sponde di uno dei laghetti montani. Il giorno dopo, la tappa nr. 8 conduce, in 7 ore, da Pederü a Prato Piazza, passando per i pascoli di Fodara Vedla e Senes.

Südtirol