Prenota
Genesi e storia delle Dolomiti
Formazione e storia

Una delle prerogative che rendono le Dolomiti delle montagne uniche al mondo, è la leggibilità scientifica dello loro storia geologica e delle metamorfosi che hanno vissuto negli oltre 250 milioni di anni della loro vita passata. I geologi e gli scienziati che si occupano della genesi e delle Ere geologiche del nostro pianeta hanno collocato la loro nascita, con elementi che sono definiti “spettacolarmente testimoniati”, a cavallo del Permiano Superiore e del Triassico, fra i 270 ed i 200 milioni di anni fa. La lentissima emersione dal mare tropicale iniziata nel Mesozoico, gli atolli e le scogliere coralline che nel corso dei millenni andranno a formare le vette ed i gruppi che ammiriamo oggi, raccontano la storia della terra nel Tempo, cioè in senso verticale, come anche nello Spazio, cioè nel senso orizzontale della loro estensione. Difficile, in poche righe, riassumere un romanzo di millenni di roccia e storia, dettagliato assai meglio nel sito dedicato a Dolomiti Unesco. Impossibile da tralasciare invece, almeno per cenni, il lunghissimo capitolo della Storia dell’Umanità che è stato scritto dall’uomo fra queste montagne. Dai primordi della caccia e pastorizia alla faticosa nascita dell’agricoltura di montagna fino alla mutualità, anche architettonica, delle Viles ladine. Dalle tragedie della Prima guerra mondiale alle storie dell’alpinismo, del turismo e dello sci che oggi le elevano a  patrimonio di tutti, tanto da essere definite le montagne più famose del mondo. Una storia che non finisce, che non si esaurisce, e anzi continua ancor oggi, tanto che  scienziati e ricercatori di tutto il mondo arrivano proprio fra queste montagne ad approfondirla e a cercare di conoscerla meglio. E’ di solo una ventina di anni fa la scoperta nel Parco naturale di Fanes Senes e Braies del fossile di una lucertola primordiale, la Megachirella-Wachtleri (il secondo nome è quello del suo scopritore Michael Wachtler) che gli scienziati, proprio nel maggio del 2018 sono riusciti a ricostruire al computer ed a datare con precisione a 240 milioni di anni fa, collocandola così alle origini di tutti gli squamati del nostro pianeta. E non a caso la rivista scientifica Nature le ha dedicato la copertina, titolando “Alle origini delle lucertole”.

San Martino in Badia
Aperto: 26.12.2018 - 06.01.2019
San Vigilio di Marebbe
Aperto: 03.05.2019 - 31.10.2019
lu ma me gi ve sa do
09:30 - 12:30